fbpx

Campeggio Naturista INSIEME

CAMPEGGIO NATURISTA INSIEME

Administratievoorwaarden STAK

CONDIZIONI AMMINISTRATIVE STICHTING ADMINISTRATIONSKANTOOR INSIEME

CONDIZIONI AMMINISTRATIVE
Oggi, ventuno marzo duemilaventiquattro, è comparso davanti a me, il signor Rob Willem Boudewijn Timmers, notaio a Lisse:
La signora Daphne Houwaart, impiegata presso lo studio notarile Timmers in Heereweg 21 a Lisse, nata a Leiden il sedici aprile millenovecentonovantasette
agendo come unica amministratrice della fondazione con sede a Teylingen e ivi situata a Sassenheim, Kagerweide 9, codice postale 2172 HT: STICHTING ADMINISTRATIONSKANTOOR INSIEME e come tale rappresentando legalmente la suddetta fondazione,
Stichting Administratiekantoor INSIEME, di seguito anche denominata "la fondazione".
L'esistenza della suddetta procura a favore della persona comparsa è attestata da un atto privato allegato all'atto costitutivo, anch'esso redatto oggi davanti a me, il notaio.


1. INTRODUZIONE
La persona comparsa, agendo come indicato, ha dichiarato in anticipo:
1. Il consiglio di amministrazione della fondazione ha deciso nella sua riunione odierna di far inserire le condizioni amministrative riguardanti il patrimonio da acquisire in un atto notarile.
2. Alla persona comparsa è stata conferita la procura per includere le condizioni amministrative così stabilite in un atto notarile.
3. Il verbale della riunione in cui è stato preso il provvedimento di stabilità è allegato a questo atto.


2. ATTUAZIONE
In attuazione della decisione sopra menzionata, la persona comparsa ha dichiarato che le suddette condizioni amministrative recitano come segue:



CONDIZIONI AMMINISTRATIVE


Definizioni
Articolo 1
a. "la fondazione": Stichting Administratiekantoor INSIEME;
b. "il consiglio": il consiglio della fondazione;
c. "il patrimonio": tutti i beni e i debiti attuali e futuri della fondazione;
d. "i certificati": i certificati emessi dalla fondazione a nome;
e. "la Piattaforma": un'applicazione elettronica per il monitoraggio della denominazione dei certificati.


Patrimonio e Certificati
Articolo 2
1. Il patrimonio è di esclusiva proprietà della fondazione a titolo di amministrazione e, come tale, la fondazione, nel rispetto delle disposizioni del suo statuto e di queste condizioni amministrative, può compiere tutti gli atti di amministrazione e disposizione relativi al patrimonio, ma non è autorizzata a alienarlo o ad ipotecarlo, fermo restando quanto previsto in queste condizioni amministrative e nello statuto della fondazione.
2. La fondazione può emettere certificati. Ogni certificato dà diritto ad una quota indivisa nell'intero patrimonio della fondazione.
La quota indivisa per ogni certificato è pari a uno diviso per il numero di certificati interamente pagati. Eventuali certificati detenuti dalla fondazione non vengono considerati.
La fondazione è autorizzata ad emettere certificati in un momento successivo secondo le condizioni da determinare in quel momento.
3. I certificati sono sempre emessi a nome e sono numerati e, se necessario, dotati di una lettera secondo quanto stabilito dal consiglio. Non vengono rilasciati documenti dei certificati.


Registro dei titolari di certificati
Articolo 3
1. Il consiglio tiene un registro in cui sono registrati i nomi e gli indirizzi di tutti i titolari di certificati. Il registro viene regolarmente aggiornato.
Il consiglio può, inoltre, istituire un'applicazione elettronica (la Piattaforma) per la registrazione dei certificati, conformemente all'articolo 4.
In caso di consegna di certificati, le modifiche al registro avvengono solo se sono soddisfatte le condizioni dell'articolo 5.
2. Nel registro sono inclusi anche i nomi e gli indirizzi di coloro che hanno un diritto di usufrutto o un pegno sui certificati.
3. All'atto dell'iscrizione di un diritto di usufrutto o di un pegno, i beneficiari devono informare la fondazione a chi appartengono i diritti di voto e di partecipazione associati ai certificati e a chi devono essere effettuati gli incassi sui certificati rispettivi. Queste informazioni sono anche incluse nel registro.
4. Ogni persona iscritta nel registro è tenuta a garantire che il proprio indirizzo sia noto alla fondazione.
In mancanza di un indirizzo scritto o se un indirizzo fornito è scaduto senza che ne sia stato fornito uno nuovo, la fondazione è irrevocabilmente autorizzata a ricevere notifiche e inviti per conto di un detentore di certificato.
5. Su richiesta, il consiglio fornirà, gratuitamente, a ciascuna persona iscritta nel registro un estratto dal registro riguardante il suo diritto a un certificato. Se a un certificato è associato un diritto di usufrutto o un pegno, l'estratto includerà anche le informazioni di cui al comma 3.
6. Il consiglio mette a disposizione dei detentori di certificati, nonché dei succitati usufruttuari e creditori pignoratizi, il registro presso l'ufficio della fondazione. L'ispezione è limitata al proprio certificato.
7. L'amministrazione condotta dalla fondazione riguardante le richieste derivanti da queste condizioni amministrative costituisce una prova completa contro un detentore di certificato, salvo prova contraria fornita dal detentore di certificato.
8. Se i certificati o i diritti limitati ad essi appartengono a una comunità, i co-proprietari possono esercitare i diritti derivanti dai certificati contro la fondazione solo se sono rappresentati da una persona designata per iscritto alla fondazione.


PIATTAFORMA
Articolo 4
1. Il consiglio può decidere di utilizzare un'applicazione elettronica (la Piattaforma) per la tenuta dei certificati intestati.
2. A tal fine, la fondazione manterrà un account sulla Piattaforma, destinato ai titolari dei certificati. Dal momento della creazione dell'account fino alla sua chiusura, si applicano le disposizioni seguenti di questo articolo.
3. Quando queste condizioni amministrative indicano "per iscritto", ciò include anche la comunicazione tramite scelte, messaggi o notifiche sulla Piattaforma, a condizione che siano soddisfatti i requisiti della legge olandese.
4. Il consiglio può stabilire regolamenti che disciplinano il modo in cui la Piattaforma supporta le operazioni all'interno della fondazione. Questi regolamenti determineranno, tra le altre cose, come un certificato si relaziona con l'unità di conto utilizzata all'interno della Piattaforma. Questi regolamenti devono essere accessibili a ciascun titolare di certificato.
5. Le richieste di certificato, così come le richieste di trasferimento di un certificato, sono possibili solo per le persone (giuridiche) registrate sulla Piattaforma.
6. Finché un titolare di certificato non è registrato sulla Piattaforma in relazione alla fondazione, il diritto alle distribuzioni di profitto e i diritti di voto nell'assemblea dei titolari di certificati sono sospesi per il rispettivo titolare del certificato. Quanto precede si applica analogamente se un titolare di certificato non ha ancora adempiuto pienamente ai propri obblighi finanziari, come l'obbligo di pagare integralmente il certificato.
7. I trasferimenti di certificati registrati tramite la Piattaforma saranno registrati nel registro dei titolari dei certificati. Il trasferimento di certificati e qualsiasi voto possono avvenire tramite la Piattaforma, a condizione che l'identità e l'intento delle parti coinvolte possano essere stabilite, nel rispetto delle condizioni previste dalla legge olandese e delle disposizioni dello statuto e di queste condizioni amministrative.


Consegna
Articolo 5
1. In caso di consegna di certificati, i diritti associati ai certificati possono essere esercitati dall'acquirente solo se è stata presentata una scrittura di consegna al consiglio e se le disposizioni dell'articolo 6 sono state rispettate in tale consegna.
2. La scrittura di consegna può essere redatta in forma privata.
3. Accettando i certificati, il nuovo titolare del certificato è considerato aver assunto tutti gli obblighi attuali e futuri ai sensi delle condizioni amministrative come possono essere formulate ora o in futuro.


Accordo di Blocco
Articolo 6
1. I certificati sono liberamente trasferibili ferme le disposizioni dell'articolo 4 (paragrafi 6 e 7) e di questo articolo, a meno che le disposizioni di questo articolo non si applichino.
2. Ai fini degli articoli 6 e 7, i diritti di prendere certificati sono equiparati ai certificati.
3. I fondatori hanno il diritto in qualsiasi momento di acquisire per primi i certificati offerti.
4. Il trasferimento ai fondatori deve avvenire entro tre mesi dall'offerta, in caso contrario il cedente deve quindi offrire i certificati agli altri detentori di certificati. Il consiglio consente agli altri detentori di certificati di rispondere ai certificati offerti. Se non tutti i certificati vengono venduti entro un mese dalla comunicazione del consiglio, il cedente è libero di offrire i certificati a terzi.
5. Il prezzo dei certificati è pari al valore nominale di un certificato all'uscita più un rendimento annuo del due percento (2%).


Diritto di Acquisto dei Fondatori
Articolo 7
1. I fondatori della fondazione hanno il diritto, ogni cinque anni dopo l'emissione dei primi certificati, di acquistare tutti o un numero di certificati determinato dai fondatori.
2. Qualsiasi detentore di certificato può notificare al consiglio se desidera offrire i propri certificati in vendita ai fondatori.
3. Se i fondatori desiderano acquisire più certificati di quelli offerti ai sensi del paragrafo 2, gli altri detentori di certificati sono tenuti a offrire i propri certificati in vendita in proporzione. Un detentore di certificati è obbligato a trasferire i certificati ai fondatori.
4. I fondatori devono acquistare i certificati al prezzo specificato nell'articolo 6, paragrafo 5.
5. I certificati assegnati devono essere trasferiti entro trenta giorni lavorativi contro il pagamento simultaneo del prezzo di acquisto.


Distribuzione ai Titolari di Certificati
Articolo 8
1. La fondazione riscuoterà tutti i proventi dai suoi attivi e, a ricezione, provvederà prontamente a mettere a disposizione una distribuzione corrispondente ai titolari di certificati, al netto delle spese sostenute dalla fondazione. Il consiglio è, in deroga a quanto previsto nel periodo precedente, autorizzato, in caso di acquisizione di beni immobili da parte della fondazione, a riservare una parte dei proventi per la copertura delle (future) spese, la manutenzione, i costi di finanziamento o per affrontare eventuali deficit derivanti da (parziale) vacanze del bene immobile.
2. I diritti derivanti dai certificati nei confronti della fondazione per una distribuzione decadono cinque anni dopo la scadenza di tale distribuzione.


Decertificazione
Articolo 9
Solo il consiglio della fondazione può decidere sulla decertificazione completa o parziale.
I detentori di certificati non possono richiedere la decertificazione a meno che la fondazione non sia sciolta.


Modifica
Articolo 10
1. Le disposizioni di queste condizioni amministrative possono essere modificate dal consiglio della fondazione nello stesso modo previsto per le modifiche statutarie della fondazione. La modifica entra in vigore e si applica alla fondazione e a tutti i titolari di certificati mediante atto notarile. Ciascun amministratore è autorizzato individualmente ad eseguire l'atto pertinente.
2. Il consiglio comunica prontamente per iscritto ad ogni persona registrata nel registro dei titolari di certificati ogni modifica dello statuto della fondazione e di queste condizioni amministrative.


Assemblea dei titolari di certificati
Articolo 11
Nelle riunioni dei titolari di certificati si applicano le disposizioni dell'articolo 10 dello statuto della fondazione.


Scelta della Legge
Articolo 12
Le condizioni amministrative saranno disciplinate dalla legge olandese.


Controversie
Articolo 13
Tutte le controversie derivanti dalle condizioni amministrative, escluse le controversie concernenti il valore del patrimonio della fondazione o il valore dei certificati, saranno inizialmente risolte dal giudice competente del Tribunale dell'Aia.


Disposizioni Finali
Articolo 14
Oltre a queste condizioni amministrative, lo statuto fa parte del rapporto giuridico tra la fondazione e i titolari dei certificati.


DI CUI ATTO,
è redatto a Lisse nella data indicata nell'intestazione del presente atto.
La persona comparante mi è nota in quanto notaio. Il contenuto sostanziale dell'atto è stato comunicato e spiegato alla persona comparante. La persona comparante ha dichiarato di non desiderare la lettura integrale dell'atto, di aver ricevuto tempestivamente prima della stipula una bozza dell'atto, di aver preso conoscenza del contenuto dell'atto e di essere stata informata delle conseguenze derivanti dall'atto.


Questo atto è stato letto in forma abbreviata e immediatamente dopo è stato firmato, prima dalla persona comparante e poi da me, notaio.

Iscriviti alla nostra newsletter






Accetto i termini.